Il Presepe Vivente nel cuore di Civita Bagnoregio

Quest’anno abbiamo fatto un po’ più nostro il Natale, andando alla scoperta dei presepi viventi.
Uno dalla grande notorietà, che ha attirato la nostra attenzione è stato: il Presepe Vivente di Civita Bagnoregio.
Sebbene sia soprannominata: la città che muore, una volta l’anno ospita la rievocazione della natività. Trasformandosi nella Betlemme di 2000 anni fa. Questo grazie al suo aspetto Medioevale, ad oggi quasi totalmente conservato, che lo rende il luogo perfetto dove inscenare l’anno zero.

Come accedere al borgo?

Appena inizia a tramontare il sole, l’aria diventa pungente e le luci si accendono in soccorso della flotta di visitatori che si accinge ad assaltare Civita Bagnoregio.
La gente si riversa nelle strade che portano all’unico ponte che collega il borgo al resto del mondo.
Attraversarlo diventa quasi un’impresa, poiché un vento gelido soffia su di esso come se volesse spazzar via chiunque non fosse di lì. Così a capo chino con una sciarpa a difendersi dal freddo, e un cappuccio a limitare la visuale, ci si affretta a ad oltrepassarlo.

Civita-Bagnoregio-presepe

Giunti ai piedi delle mura mentre il vento smette di soffiare, si ammira il borgo totalmente dorato. Il tempo di pagare il biglietto per varcare Porta Santa Maria, dove due guardie Romane ne stanno a difesa.
Da lì a poco un simpatico signore, a chi ne fa richiesta consegna la mappa del presepe, in cambio di un timbro sul dorso della mano.

Scopri com'è nato il Presepe Vivente →

Il Presepe Vivente

Con la mappa in mano si ha la sensazione di sfogliare un vecchio libro biblico. Sette le scene rievocate, che ricostruiscono la vita quotidiana di Gesù.
Sparse lungo tutto il paese vengono intervallate da artigiani e commercianti che con banchi tutti differenti, ma soprattutto con prodotti veri si accingono a mostrare dei lavori che pian piano stanno svanendo.

Presepe-Vivente-Civita-Bagnoregio

Magico è passeggiare in un tempo di verso. Ammaliati dai colori del banco delle stoffe e inebriati dal odore del banco delle spezie, che colorato più dei tessuti invita ad acquistarle. Ma basta svoltare l’angolo per ritrovarsi storditi dall’odore pungente del banco del pesce. Dal ritmo, scandito dal martello del fabbro o incuriositi dalla manualità del ceramista nel lavorare le sue opere.

Presepe-Vivente-Mercato-Civita

Così girando per il paese si incontrano i Re Magi, seduti a riposare in attesa di riprender le forze per concludere il lungo viaggio. Quest’ultimo li porterà in accampamenti romani, in cui i mangia fuoco si esibiscono con lunghe fiammate e in Tribù beduine che intrattengono la folla, fino a giungere alla capanna per celebrare il nuovo nato.

Natività-Civita-Bagnoregio

Secondo noi?!

Questo presepe merita la fama che ha, poiché è stato organizzato veramente bene. La cura dei dettagli ci ha permesso di fare un vero viaggio nel tempo, dove ammirare usi e costumi diversi dai nostri. Ad oggi è il più bello tra tutti quelli che abbiamo visto.

Consigli:

L’evento iniziando nel pomeriggio riscontra temperature piuttosto fredde. Vi consigliamo di vestirvi adeguatamente e di non portarvi cani o passeggini poiché le stradine del borgo sono strette ed essendoci una grande affluenza di visitatori, oltre a creare impiccio; la gente non li vede e finisce per calpestarli.

Voi cosa ne pensate?

INFO PREZZI E ORARI PRESEPE VIVENTE, CIVITA BAGNOREGIO

C’è un’esperienza di visita o viaggio che ti va di condividere con noi? Scrivici per email, oppure mandaci un messaggio su fb, insomma fai come preferisci, anzi: come se fossi a casa tua, siamo curiosi di scoprire cosa sai.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro + nove =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.